Palestra digitale del laboratorio permanente “Media allo scoperto"

Personaggi principali: Elisa, Coach, Alessandro e Marco

(traduzione = Mantieni la calma e sorridi)

ITALIA prima del 10 dicembre 2020

I nonni e dei bisnonni di Alessandro, Marco e del coach vivevano a Milano, nel nord Italia, in un mondo fatto di stereotipi, per esempio erano convinti che in Italia, i meridionali fossero gente svogliata ma solare e generosa.

I nonni e i bisnonni di Elisa, vivevano a Palermo, nel sud d’Italia, in un mondo fatto di stereotipi, per esempio erano convinti che tutti i settentrionali fossero persone fredde, distaccate ma intraprendenti.

Uno stereotipo li univa: ai bambini non era permesso giocare con le bambole perché erano considerati “ femminucce” mentre le bambine non potevano giocare a calcio perché erano considerate “maschiacci.”

ITALIA dopo il 10 dicembre 2020

ELISA A MILANO …….UN NUOVO SPORT
Un giorno, durante un allenamento di scherma, una ragazza di nome Elisa, che si era appena trasferita da Palermo a Milano, entrò in palestra e chiese se poteva iniziare quello sport.
Ciao, mi chiamo Elisa, posso giocare anche io con voi?

All’ inizio si sentiva un po’ OSSERVATA e pensava che le avrebbero detto di NO, dato che lei era una femmina e quello sport era per maschi e aveva un accento siciliano.
Di sicuro avrebbero potuto associarla alla mafia…se lo sentiva e aspettando la risposta aveva chiuso gli occhi.

In quella palestra enorme c’erano solo ragazzi, sembravano della sua età, qualcuno lo aveva già visto in classe.
Chi si sarebbe immaginato una ragazza con in mano una spada?

Invece la risposta fu tutt’ altro di quello che si aspettava.
Dopo qualche secondo che ad Elisa sembrò un’eternità, il coach aveva detto di sì.
Insieme al coach, i ragazzi presenti, in coro avevano risposto: “SI’, certo Elisa, entra pure, vieni che, ti insegnamo le regole di questo sport, lo conosci? Ci fa piacere che una ragazza sia interessata!”
Alla fine si scoprì che lei era la più brava e vinsero tante partite!!

Elisa capì che anche se non c’ era il sole, si sarebbe potuta divertire in quella grande città senza il mare ma con una bellissima palestra e tanti amici e compagni di SQUADRA senza STEREOTIPI!

di Sara Arlotti, allieva della Classe 1C Scuola Secondaria di Primo Grado “Galileo Galilei” – Sasso Marconi, Laboratorio “Abbasso il conflitto! Diverso da chi?”, nell’ambito del progetto “Donne fuori dall’angolo”, sostenuto dalla Regione Emilia Romagna Bando Pari Opportunità 2020.

 

About the Author

Related Posts

Questa è la storia di Edmondo. Edmondo per colpa di un incidente rimase senza braccia e gambe, e...

UN VERO UOMO CONQUISTA LA FORZA DEL CUORE NON DELLE MANI. SOLO UN PICCOLO UOMO USA VIOLENZA SULLE...

Gli uomini che colpiscono le donne sono solo persone deboli e senza onore. #stop la violenza #stop...