Palestra digitale del laboratorio permanente “Media allo scoperto"

Questa è la storia di due bambini di nome Anna e Luca nati in un’epoca senza stereotipi.

Nell’epoca di Anna e Luca, i colori rosa e azzurro non esistono e i bambini appena nati vengono vestiti tutti di bianco, senza alcuna differenza tra maschio e femmina.

A Luca e Anna vengono regalate sia delle bambole sia delle macchinine, in modo che ognuno possa scegliere con cosa giocare e, come vestiti, ricevono entrambi gonne e pantaloni.

Crescendo, ai due ragazzi vengono dati trucchi e gel per capelli per potersi sistemare come meglio si sentono prima di uscire.

Diventati adulti, Anna e Luca sanno che possono fare il lavoro che vogliono, amare chi vogliono, praticare lo sport e gli hobby che preferiscono, senza pensare al giudizio degli altri perché nel loro mondo non esistono gli stereotipi.

Anna e Luca alla fine di questa storia si sposano, lei lavora come muratore, lui sta a casa a fare le faccende e nel tempo libero ballano assieme.

di Emma, allieva della Classe 1C Scuola Secondaria di Primo Grado “Galileo Galilei” – Sasso Marconi, Laboratorio “Abbasso il conflitto! Diverso da chi?”, nell’ambito del progetto “Donne fuori dall’angolo”, sostenuto dalla Regione Emilia Romagna Bando Pari Opportunità 2020.

About the Author

Related Posts

Associazione Culturale Youkali APS porta avanti per il biennio 2021/2022 il progetto “Donne fuori...

Quattro audiofiabe da ascoltare a cura di Associazione Culturale Youkali APS realizzate con 4...

“È possibile avere una casa per tutti e tutte a Bologna?“. È una domanda sempre più ricorrente, ma...