Palestra digitale del laboratorio permanente “Media allo scoperto"

Laboratori

Mi ricordo che in seconda elementare c’era un bambino appena arrivato. Secondo gli altri era “diverso” da noi per il semplice fatto che era cinese. Poverino non parlava la nostra lingua quindi ovviamente non la intendeva. Tutti lo prendevano in giro: secondo loro era asociale soltanto perchè era senza amici e non poteva...

Tra i risultati del progetto “Portiamo a scuola la comunicazione di genere” realizzato da Associazione Youkali e Tavola delle donne con il sostegno di Regione Emilia Romagna prodotti audio realizzati dalle classi coinvolte nel corso del 2017 Ascolta le interviste e gli spot cliccando sui link Interviste della Classe I B...

Per la campagna “Diverso da chi?“, la classe I E della Scuola secondaria di I grado Guinizelli Carracci di Bologna ha realizzato tre video spot per superare gli stereotipi nei confronti di donne, gay e lesbiche, immigrati. Tre storie per imparare a superare i pregiudizi e ad indossare le storie dell’altro. Buona...

Campagna “Diverso da chi?” “Ragazze e ragazzi è efficiente ma non è differente” Sloogan elaborato di un allievo della classe I F della Scuola Secondari di I Grado Rolandino dè Passaggeri, Bologna, per il laboratorio “Lo sguardo dell’altro, l’incontro con l’altro” nell’ambito del Progetto Educalè cofinanziato con i fondi...

Diverso da chi? Disabilità “Scemo” “Non vali niente” Basta discriminazioni: siamo tutti uguali nonostante le differenze” (Luca P., Bianca, Anna Laura, Luca L. allievi della classe I F Scuola Rolandino) Diverso da chi? Nel mondo siamo tutti diversi, come in un pianoforte ci sono tasti bianchi e neri, ma se li suoniamo tutti...

Letizia è una donna che sta affrontando un momento difficile della sua vita, ha scoperto una malattia, il cancro al seno. Lei affronta la vita come prima, ma si sente diversa e gli altri la fanno sentire diversa per gli effetti delle cure. Lei ha superato la malattia con la gioia e la felicità, le persone care si sono...

Siamo partiti analizzando le pubblicità sui giornali e le riviste. Abbiamo pensato che occorra rovesciare lo stereotipo che vede le donne associate alla debolezza e l’uomo alla forza. Possono esserci uomini che piangono, che fanno il bucato, che leggono poesie e donne forti, che fanno lavori pesanti, che sanno guidare...

Gli allievi della II C della Scuola Gandino hanno riflettuto anche sul tema della malattia. Quando il malato viente trattato come diverso, lasciato solo, emarginato.   Elaborato di allievi della classe II C della Scuola Secondaria di I grado Gandino, Bologna per la campagna “Diverso da chi?” nell’ambito del progetto...

I Bulli? se ti prendono in giro non sono tuoi amici se ti picchia non ti ama   Cartelloni realizzati dalla II C delle Scuole Gandino per ragionare sul possibile rovesciamento degli stereotipi di genere Elaborato di allievi della classe II C della Scuola Secondaria di I grado Gandino, Bologna per la campagna “Diverso da...

Analizzando la pubblicità   Abbiamo constatato come nelle pubblicità si punti l’attenzione più sull’immagine femminile o maschile che sul prodotto. I corpi belli, atletici, attraenti, spesso poco vestiti, devono catalizzare l’attenzione e far pensare al prodotto non per le sue caratteristiche intrinseche, ma per...