Palestra digitale del laboratorio permanente “Media allo scoperto"

C’era una volta, una donna che mentre andava a lavorare vide una scritta su un volantino, che diceva “VUOI METTERE FINE AGLI STEREOTIPI ? RIUNIONE VIA RONI 6” .

Lei si recò all’indirizzo indicato e in una grande sala c’ era un incontro tra diverse persone. Parlavano di un mondo possibile, senza differenze e senza pregiudizi.

Ma alcuni uomini tentarono di aggredirla;  la donna riuscì  a scappare, per fortuna.  Qualche giorno dopo,  vide un disabile che non riusciva ad attraversare la strada, dei poveri per strada e dei bambini  piccoli che venivano presi in giro da un gruppetto di bulli : non ce la faceva più a sopportare  queste ingiustizie; cosi decise  di andare dal sindaco per chiedergli di fare qualcosa per un mondo migliore. Denunciò anche la tentata aggressione e qualche giorno dopo seppe che quegli uomini erano stati identificati e arrestati.

Un mondo senza discriminazioni e violenze è possibile, dobbiamo impegnarci per raggiungere questo sogno.

 

di Alessandro, allievo della Classe 1C Scuola Secondaria di Primo Grado “Galileo Galilei” – Sasso Marconi, Laboratorio “Abbasso il conflitto! Diverso da chi?”, nell’ambito del progetto “Donne fuori dall’angolo”, sostenuto dalla Regione Emilia Romagna Bando Pari Opportunità 2020.

About the Author

Related Posts

Questa è la storia di Edmondo. Edmondo per colpa di un incidente rimase senza braccia e gambe, e...

UN VERO UOMO CONQUISTA LA FORZA DEL CUORE NON DELLE MANI. SOLO UN PICCOLO UOMO USA VIOLENZA SULLE...

Gli uomini che colpiscono le donne sono solo persone deboli e senza onore. #stop la violenza #stop...

Leave a Reply