Palestra digitale del laboratorio permanente “Media allo scoperto"

“Ciao Martina, puoi dirci cos’è e com’è accaduto la vigilia di Natale del 2068?”

“Ciao Giulia. Dunque, mi ricordo di aver fatto questo strano sogno, nel quale un elfo mi ha detto che la slitta di Babbo Natale si era rotta. Poi mi ha teletrasportata al Polo Nord. Mi ha dato dei vestiti da meccanico e io mi sono un po’ lamentata perché pensavo fossero solo da maschio. Alla fine, però, li ho indossati perché era molto più importante riparare la slitta piuttosto che lamentarsi. Insieme agli altri elfi ho riparato la slitta di Babbo Natale.

“Cosa hai imparato da questa esperienza?”

“Be’ ho imparato che l’abito non fa il monaco e infatti oggi, che ho 28 anni, faccio la meccanica e mi piace moltissimo!”

“Che sogno Marti!  A questo punto io direi di salutarci… A presto e grazie per il tuo racconto!”

Questo era il sogno di Martina e noi ci vediamo domani alle 16:30 per un altro “episodio” de: “I racconti di tutti”.

 

di Cappelluzzo Viola, allieva della Classe 1D Scuola Secondaria di Primo Grado “Galileo Galilei” – Sasso Marconi, Laboratorio “Abbasso il conflitto! Diverso da chi?”, nell’ambito del progetto “Donne fuori dall’angolo”, sostenuto dalla Regione Emilia Romagna Bando Pari Opportunità 2020.

 

About the Author

Related Posts

Questa è la storia di Edmondo. Edmondo per colpa di un incidente rimase senza braccia e gambe, e...

UN VERO UOMO CONQUISTA LA FORZA DEL CUORE NON DELLE MANI. SOLO UN PICCOLO UOMO USA VIOLENZA SULLE...

Gli uomini che colpiscono le donne sono solo persone deboli e senza onore. #stop la violenza #stop...

Leave a Reply