Palestra digitale del laboratorio permanente “Media allo scoperto"

Un giorno in spiaggia vidi insultare una persona di colore soltanto perché aveva fatto un punto all’altra squadra giocando a pallavolo.
Gli urlavano addosso insulti, ma dopo un po’ un ragazzo lo difese dicendo a tutti: “Basta dire nero di …solo perché ha fatto un punto!”.
Allora, il ragazzo di colore lo ringraziò e gli altri, avendo assistito a questa scena cominciarono ad incitarlo.
Con il passare del tempo, grazie al tifo, il ragazzo di colore divenne sempre più bravo e tutti i giorni mentre giocava, aveva un gran sorriso.
A fine estate però, nessuno vedeva più il ragazzo di colore e ci si chiedeva tutti il perché.
Un signore disse che era stato preso in una squadra di pallavolo così, quelli del bar della spiaggia offrirono da bere a tutti.

A cura di Jacopo Germinario, allievo della classe III C della Scuola Secondaria di Primo Grado “Moruzzi” di Ceretolo, per il progetto “Portiamo a scuola la comunicazione di genere: NarrAzione di Genere 2018”, finanziato dalla Regione Emilia Romagna

About the Author

Related Posts

Una volta mentre ero in autobus, una signora chiese ad una ragazza di scendere dall’ autobus poiché...

Una ragazza senegalese salì su un treno che da Bologna era diretto a Milano e si sedette vicino a...

Insulti razzisti contro un ragazzo dell’Airone FC 83. “Negro, Negro, Negro”. È un insulto al colore...

Leave a Reply