Palestra digitale del laboratorio permanente “Media allo scoperto"

Con la classe I D della scuola Zappa, I.C. 15 di Bologna abbiamo ragionato su questa splendida frase trovata su un muro. Ecco i commenti di alcuni/e ragazzi/e:

“Quando prendi un 4 poi il giorno brutto passa. #devistudiare”

“Noi non ci accorgiamo del tempo che passa nei giorni brutti, ma in quelli belli sì #GGBRUTTI ”

“i giorni brutti passano esattamente come gli altri ma li vivi diversamente e ti sembrano più lunghi di un giorno in cui ti diverti. #RIFLETTICI_BENE ”

“Quel murales mi ricorda il giorno in cui i miei genitori si sono separati 🙁 🙁 🙁   #tragedia #love #mum #lovedad #lovefamily #tristezza #maipiù”

“Questa frase per me significa che anche se i giorni brutti ci sembrano lunghi sono sempre uguali a tutti gli altri e cioè 24 ore”

“Ci sono giorno belli e brutti, ma quelli brutti pensiamo che non passino più, ma in verità è uguale agli altri giorni #GIORNIBRUTTI”

“Un giorno brutto passa come tutti gli altri … anche se a noi sembra che duri un’eternità”.

 

 

About the Author

Related Posts

Conoscere il metodo di lavoro in una redazione radiofonica nell’era digitale e gestire la verifica...

La trasmissione radiofonica “Donne fuori dall’angolo” è alla sua 4° puntata, nell’ambito della...

La terza puntata del format radiofonico Donne Fuori dall’angolo dedicata alla ripresa della scuola...

Leave a Reply