Palestra digitale del laboratorio permanente “Media allo scoperto"

Cibo della memoria. Video d’animazione per il laboratorio “A passo uno per narrare l’incontro con l’altro” all’interno del progetto Tecniche@Leganti sostenuto dall’8×1000 della Chiesa Valdese. Laboratorio condotto da Roberto Paganelli di Associazione Ottomani per la parte di cinema d’animazione e da Simona Sagone di Youkali per la parte preparatoria sulla tematica delle diversità, la definizione delle parole chiave e parte audio. Classe partecipante I A dell’Istituto Serpieri- succursale “Ferrarini” di Sasso Marconi.

Questo video è il risultato di un percorso iniziato in DAD con pochi studenti che si sono sentiti liberi di parlare di ciò che per loro è la diversità. Ragionando sul tema è emerso il dramma dei migranti che lasciano la loro terra e che si portano dietro molto poco in un sacchetto che tentano di salvare dall’acqua del mare. Un telefono prezioso e i loro ricordi. Alle conversazioni al telefono con i parenti lontani era dedicato parte dell’audio che non è entrato nel video finale e poi c’era questa parola magica: il cibo della memoria. Il cibo della memoria è quel cibo che fa emergere i ricordi, che riporta alla propria terra, a casa propria all’infanzia, alla madre o ai figli lontani.
Il laboratorio poi, per fortuna, ha ripreso in presenza con gli interventi di Roberto Paganelli e quindi con il lavoro finale con Simona Sagone di registrazione audio delle parole chiave. In questo anno terribile ringraziamo le classi che hanno comunque aperto le porte alle nostre proposte producendo riflessioni e lavori stupendi. Grazie!

 

About the Author

Related Posts

Questa è la storia di Edmondo. Edmondo per colpa di un incidente rimase senza braccia e gambe, e...

UN VERO UOMO CONQUISTA LA FORZA DEL CUORE NON DELLE MANI. SOLO UN PICCOLO UOMO USA VIOLENZA SULLE...

Gli uomini che colpiscono le donne sono solo persone deboli e senza onore. #stop la violenza #stop...

Leave a Reply