Palestra digitale del laboratorio permanente “Media allo scoperto"

Chi siamo

1526675_10151852483621956_330897000_nMedia allo scoperto è un progetto nato in seno all’Associazione Culturale Youkali prima grazie ad un bando per le Libere Forme Associative del Comune di Bologna finanziato dal Quartiere Saragozza, poi tramite l’Ufficio Cittadinanza Attiva della città con la collaborazione del Qu.re Saragozza.

Media allo scoperto è  oggi un gruppo fluido e multidisciplinare che si occupa di comunicare il territorio di Bologna e Provincia mettendo in luce la progettualità di tante realtà del terzo settore, singoli artisti, piccoli artigiani, creativi spesso ignorati dai media ufficiali.

L’Associazione Youkali, attraverso il progetto Media allo scoperto, porta avanti un progetto che è insieme di formazione e di autoformazione. Se da un lato vengono chiamati giornalisti professionisti per tenere workshop ai cittadini che entrano nel gruppo per apprendere le tecniche dei media tradizionali e dei new media, dall’altro i partecipanti mettono in atto azioni di auto formazione e di reciproco sostegno per condividere competenze accrescendo così il valore delle conoscenze dell’intero gruppo.

Media allo scoperto sogna di avere un giorno una vera sede dove costruire una redazione stabile, pur continuando a voler essere formata da una comunità di cittadini fluida.

Il gruppo, di anno in anno, si arricchisce di nuovi membri che collaborano secondo le proprie disponibilità di tempo.

Questi i nostri collaboratori:

Bianca Veronica di Nuzzo

Bianca Veronica di Nuzzo

Bianca Veronica di Nuzzo

Laurea Magistrale in Sociologia e Ricerca Sociale con 110 e lode. Laurea triennale di Scienze politiche presso l’Università degli studi di Catania. Da alcuni anni sono impegnata attivamente nell’ambito dell’associazionismo e del volontariato nel contesto bolognese, oltre che messinese.
I temi di interesse personale (in parte affrontati in contesto accademico e in parte nell’esperienza associativa, ma con necessità di un costante approfondimento) riguardano il disagio; la sensibilizzazione e la valorizzazione del proprio territorio (soprattutto nel contesto messinese); le nuove forme di economia e di relazionalità attraverso le banche del tempo territoriali e scolastiche; gli strumenti di comunicazione tradizionali e digitali quali cassetta degli attrezzi per il cittadino di oggi; la metodologia e le tecniche di valutazione nel sistema dei servizi.
Attualmente collabora per lo sviluppo dell’Osservatorio di Promozione della Salute presso il Comune di Bologna.

Giorgia Raptis

Giorgia Raptis

Giorgia Raptis

Giorgia Raptis è laureata in Antropologia Culturare presso l’Università di Bologna, con una tesi sulle ripercussioni economiche e sociali delle migrazioni sull’Isola di Lampedusa e sui suoi abitanti, con uno sguardo rivolto alle iniziative locali e al tema del turismo sostenibile.
Attualmente lavora come impiegata, occupandosi prevalentemente di fatturazione e archiviazione, mentre in passato ha avuto diverse esperienze nel campo dell’editoria, come redattrice, libraria e bibliotecaria. Ha partecipato alla nascita del Progetto di Media allo Scoperto, seguendone i corsi e collaborando attivamente alle attività proposte. Le sue passioni principali sono i viaggi e la fotografia.

Valentina Bottino

Valentina Bottino

Valentina Bottino

nata a San Severo, Puglia, il 14/07/1983 si trasferisce a Bologna dopo aver conseguito la maturità scientifica. Qui inizia gli studi di Scienze Politiche laureandosi in Diritto dell’Unione Europea. Sempre a Bologna consegue la laurea di secondo livello in Lettere e Filosofia (C.d.l. Lingue e culture dell’Asia e dell’Africa) con una tesi in Storia del pensiero scientifico.
Post laurea frequenta corsi e laboratori di web communication, collabora con associazioni e ong.
Nel 2013 ha collaborato con You Net una O.N.G. che si occupa di Mobilità Internazionale come  Aiuto coordinatrice per scambio Europeo: “Time Bank Project” a Savigno (Bo).

Partecipa ai workhop di Media allo scoperto nel 2014 e collabora  con il gruppo di allievi alla realizzazione dell’Ufficio stampa per la Manifestazione del 24 Maggio 2014. “Made in Manifattura: Social Day in the District of Arts”.  Nel 2015 segue i nuovi moduli  formativi di Media allo scoperto.

Coltiva l’hobby della legatoria e della fotografia, appassionata di carta stampata. Scrive per il blog Mediaalloscoperto.

Maria Passalacqua

Maria Passalacqua

Maria Passalacqua

Maria Passalacqua nata a Messina il 13 marzo 1979, ha conseguito un Diploma in Giornalismo e radiofonia all’Istituto Superiore di Giornalismo presso l’Università degli Studi di Palermo e Laurea in Scienze della Comunicazione indirizzo Comunicazione Media e Pubblicità a Roma.
Giornalista pubblicista dal 2001 ha collaborato negli anni con quotidiani, mensili, settimanali, radio e tv locali, gestito uffici stampa per enti pubblici e privati e diretto testate giornalistiche.
Attualmente collabora con la testata giornalistica online www.sicilia24h.it ed è direttore responsabile del giornale online www.bolognainforma.it
Appassionata di cucina enogastronomia e turismo.

 

Leave a Reply